(troppo vecchio per rispondere)
Scambiatore calore
il Pappadrago
2006-07-19 20:09:48 UTC
Ciao a tutti.
Nessuno ha mai utilizzato uno scambiatore di calore come quello delle
caldaie per raffreddare il mosto? Sui siti "ammerigani" lo vendono con
nomi altisonanti tipo "Therminator"
(http://www.blichmannengineering.com/Therminator/Therminator.htm) ma
sembra assolutamente identico sia come fattura che come aspetto ai
normali scambiatori sanitari secondari delle caldaie (ne ignoravo
anch'io l'esistenza fino a poco fa). Che dite? puo' valere la pena fare
un tentivo?

Saluti,
Alessandro
AcIdSuN
2006-07-19 22:05:23 UTC
Post by il Pappadrago
Ciao a tutti.
Nessuno ha mai utilizzato uno scambiatore di calore come quello delle
caldaie per raffreddare il mosto? Sui siti "ammerigani" lo vendono con
nomi altisonanti tipo "Therminator"
(http://www.blichmannengineering.com/Therminator/Therminator.htm) ma
sembra assolutamente identico sia come fattura che come aspetto ai
normali scambiatori sanitari secondari delle caldaie (ne ignoravo
anch'io l'esistenza fino a poco fa). Che dite? puo' valere la pena fare
un tentivo?
Beh sicuramente se hai una caldaia da buttare si... comunque avevo già visto
il terminator e altri accrocchi simili, però 200 dollari mi sembrano un po'
troppi, per quell'affere, per quanto buono possa essere. Nel caso hai in
mente di costruire o "accrocchiare" una cosa simile ti consiglio l'acciaio
inox, in modo da non avere grossi problemi con il mosto, facci sapere gli
eventuali risultati dei tuoi esperimenti!
Post by il Pappadrago
Saluti,
Alessandro
Ah, grazie ancora per le piantine di luppolo! però non ricordo + la
differenza tra il vasetto verde e quello nero, il verde è il fuggle?
Ciao Acidsun
demus
2006-07-20 06:29:25 UTC
qualche mese fa ho fatto qualche prova con uno scambiatore a piastre usato
recuperato da una centralina del teleriscaldamento.
essendo roba usata non ci ho fatto passare la birra, ma ho usato solo acqua
bollente: in effetti velocità e capacità di abbattimento sono notevoli. il
problema, nel caso di riutilizzo di uno scambiatore a piastre usato, che
normalmente è di rame, è il riuscire a pulirlo in maniera ottimale per poi
farci passare la birra. io ho provato a fargli dei lavaggi prima con soda e
poi acidi, ma restava sempre qualche traccia di sporco che non mi
convinceva. sicuramente meglio usarne uno nuovo, ma i costi non sono
indifferenti.
per il momento uso ancora il controflusso handmade.
complimenti ancora per il piazzamento di Piozzo!

demus

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
il Pappadrago
2006-07-20 07:11:45 UTC
Post by demus
normalmente è di rame, è il riuscire a pulirlo in maniera ottimale per poi
farci passare la birra. io ho provato a fargli dei lavaggi prima con soda e
poi acidi, ma restava sempre qualche traccia di sporco che non mi
convinceva. sicuramente meglio usarne uno nuovo, ma i costi non sono
indifferenti.
Non so perche' ma sembra che qualsiasi cosa mi venga in mente, Demus
l'abbia gia' provata! :)
Cmq, da quanto ho capito i costi proposti dagli americani sono
assolutamente fuori di testa, ad es. io ho trovato questo listino:
http://www.parts-center.it/listino.aspx
da cui si capisce che il costo varia dai 50 agli 80 € (che non è poi
lontano dal costo di un controflusso ben fatto, o no?). Tra l'altro,
vista la dimensione e il materiale, sanitizzare un aggeggio del genere
sembrerebbe facile come farlo bollire in acqua o metterlo in forno...
unico dubbio la pulizia interna dopo l'uso.
Post by demus
per il momento uso ancora il controflusso handmade.
So (perche' ho bevuto le tue birre:) che non hai problemi di pulizia e
sanitizzazione, ma a me i controflussi han sempre fatto paura, in
questo senso (è che io sono pasticcione).
Post by demus
complimenti ancora per il piazzamento di Piozzo!
Complimenti a te! anche se per te e' stata solo conferma di eccellenza
:o)



Saluti,
Alessandro


P.S. fuggle = nero, cascade = verde, goldings = bianco
Keach
2006-07-20 10:07:14 UTC
Post by il Pappadrago
Ciao a tutti.
Nessuno ha mai utilizzato uno scambiatore di calore come quello delle
caldaie per raffreddare il mosto? Sui siti "ammerigani" lo vendono con
nomi altisonanti tipo "Therminator"
(http://www.blichmannengineering.com/Therminator/Therminator.htm) ma
sembra assolutamente identico sia come fattura che come aspetto ai
normali scambiatori sanitari secondari delle caldaie (ne ignoravo
anch'io l'esistenza fino a poco fa). Che dite? puo' valere la pena fare
un tentivo?
Saluti,
Alessandro
Ciao Alessandro,
anche a me potrebbe interessare uno
scambiatore di calore come quello da te indicato, ma dove lo si può
trovare in Italia?
Tu hai idea di quale modello potrebbe andare bene e dove reperirlo?
Ho visto il link che hai messo con il listino, ma io non ci ho capito
una mazza, sai indicarmi qualcosa in più?
Grazie.
Salut
Marco
Sax
2006-07-20 10:34:58 UTC
Post by Keach
Post by il Pappadrago
Ciao a tutti.
Nessuno ha mai utilizzato uno scambiatore di calore come quello delle
caldaie per raffreddare il mosto? Sui siti "ammerigani" lo vendono con
nomi altisonanti tipo "Therminator"
(http://www.blichmannengineering.com/Therminator/Therminator.htm) ma
sembra assolutamente identico sia come fattura che come aspetto ai
normali scambiatori sanitari secondari delle caldaie (ne ignoravo
anch'io l'esistenza fino a poco fa). Che dite? puo' valere la pena fare
un tentivo?
Saluti,
Alessandro
Ciao Alessandro,
anche a me potrebbe interessare uno
scambiatore di calore come quello da te indicato, ma dove lo si può
trovare in Italia?
Tu hai idea di quale modello potrebbe andare bene e dove reperirlo?
Ho visto il link che hai messo con il listino, ma io non ci ho capito
una mazza, sai indicarmi qualcosa in più?
Grazie.
Salut
Marco
Io ho trovato questo sito http://www.comer-italia.com/scambiatori.html
e sembra che ci sia lo stesso scambiatore di calore che ha indicato
Alessandro ( a proposito, complimenti anche da parte mia per il
piazzamento a Piozzo).
Credo che serva per raffreddare olio, non so' se si possano immettere
sostanze alimentari.
Ciao
Sax
http://www.hobbybirra.it/fattilabirra
demus
2006-07-20 11:37:00 UTC
Post by il Pappadrago
Non so perche' ma sembra che qualsiasi cosa mi venga in mente, Demus
l'abbia gia' provata! :)
solo perchè sono un po' più vecchio di te...
Post by il Pappadrago
Cmq, da quanto ho capito i costi proposti dagli americani sono
http://www.parts-center.it/listino.aspx
mmm, vado a vedere e poi vi faccio sapere, a quanto ne so gli scambiatori
veri costano
dai 250 ai 400 eurini:-(((
Post by il Pappadrago
da cui si capisce che il costo varia dai 50 agli 80 (che non è poi
lontano dal costo di un controflusso ben fatto, o no?). Tra l'altro,
vista la dimensione e il materiale, sanitizzare un aggeggio del genere
sembrerebbe facile come farlo bollire in acqua o metterlo in forno...
unico dubbio la pulizia interna dopo l'uso.
con il mio controflusso SUBITO dopo l'utilizzo faccio passare 10 lt di acqua
bollente.
poi prima del successivo utilizzo, mentre bolle la birra, lo lascio in
ammollo o meglio lo riempio e lo lascio riempito per cerca 15 ' con una
soluzione di peracetico.
Post by il Pappadrago
So (perche' ho bevuto le tue birre:) che non hai problemi di pulizia e
sanitizzazione, ma a me i controflussi han sempre fatto paura, in
questo senso (è che io sono pasticcione).
dai, un ingegnere che dice così!!!
se ti sentisse il mio capo...

prosit

demus

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
il Pappadrago
2006-07-20 12:14:29 UTC
Post by Sax
Credo che serva per raffreddare olio, non so' se si possano immettere
sostanze alimentari.
Mi sono dato anch'io alla ricerca di questi benedetti scambiatori, e a
quanto ho capito sono molto diffusi in varie applicazioni:
http://www.cipriani.it/italiano/utilita/utilita.html
quindi in generale sono utilizzati anche in ambito alimentare. La parte
che mi pare piu' interessante è che sono ampiamente utilizzati negli
impianti di riscaldamento civile (caldaie) ed è possibile trovarli
come pezzi di ricambio delle varie marche di caldaia, definiti come
scambiatori "sanitari", per cui ne deduco che all'interno viene fatta
passare l'acqua che alla fine esce dal rubinetto (direi quindi che
andrebbero bene anche per il mosto).
Il prezzo di cui parla Demus probabilmente è riferito a scambiatori di
dimensioni maggiori, dato che anche qua
http://www.hotecold.com/promozioni_hotecold/promozione_caldaie.htm
lo scambiatore lo prezzano attorno ai 40 €.
Inconveniente che finora ho rilevato è che non ho trovato negozi
online che vendano al dettaglio pezzi di ricambio di caldaie (strano,
eh? ;) per cui appena riesco faccio un salto dal mio caldaista e
verifico se e dove è possibile acquistare l'aggeggio.

Ci sono anche modelli "deluxe" smontabili piastra per piastra per
pulizia interna, ma questi non vengono normalmente installati nelle
caldaie commerciali per cui non ho trovato alcuna indicazione di
prezzo.

Se qualcuno e' o ha un parente caldaista potrebbe magari chiarirci
meglio le idee :)

Saluti,
Alessandro
silvio
2006-07-21 07:15:34 UTC
Salve,
vi posto un link nel caso non lo abbiate già:

http://www.directindustry.it/tab/scambiatori%20calore.html?&l=It

Raccoglie un discreto numero di ditte che producono scambiatori di
calore. Da quanto ho visto fino ad ora mi sembra che comunque siano
tutti o quasi in rame, per ovvi motivi di trasmissione del calore.
Forse tra quelli a piastre c'è la possibilità di trovare qualcosa in
inox ma al momento non ho trovato nulla (anche perchè ho cercato
poco....!). Un saluto

Silvio
Piervi
2006-07-21 13:29:43 UTC
Post by silvio
Raccoglie un discreto numero di ditte che producono scambiatori di
calore. Da quanto ho visto fino ad ora mi sembra che comunque siano
tutti o quasi in rame, per ovvi motivi di trasmissione del calore.
Forse tra quelli a piastre c'è la possibilità di trovare qualcosa in
inox ma al momento non ho trovato nulla (anche perchè ho cercato
poco....!)
scusate, ma mi sfugge quale sia il problema ad usare il rame in questa
fase...i chiller che usiamo adesso di che materiale sono?

ciao,
piervi
il Pappadrago
2006-07-21 16:19:39 UTC
Ciao di nuovo.
Vi presento il mio nuovo raffreddatore a piastre :)
http://img353.imageshack.us/img353/293/p1010039dy8.jpg

Mi sono recato dal mio caldaista, gli ho chiesto parere su questi
aggeggi (scambiatori sanitari), me ne ha mostrati 5-6 modelli
diversi... alla fine ho scelto questo, simmetrico (alcuni hanno gli
ingressi disposti diversamente), ha filettature idrauliche (quindi si
raccorda con normali giunti e dadi), costruito (come gli altri, cmq) in
acciaio e rame; normalmente gli si fa passare dentro l'acqua che poi
esce dai rubinetti, quindi non e' stato trattato con prodotti
particolarmente velenosi. L'ho pagato 60 €.
Ho fatto per ora la prova di sifonarci attraverso dell'acqua, e il
sifone e' partito subito ed ha proseguito senza problemi: anche
soffiandoci dentro, non sembra offrire una particolare restrizione di
flusso.
Non appena possibile, vi faro' sapere delle prestazioni in
raffreddamento.


Saluti, e grazie a tutti per i consigli.

Alessandro
ShakesBeer
2006-07-21 16:31:33 UTC
Post by il Pappadrago
Ciao di nuovo.
Vi presento il mio nuovo raffreddatore a piastre :)
http://img353.imageshack.us/img353/293/p1010039dy8.jpg
Grande iniziativa! questo si che per dimensioni e maneggevolezza puo'
soppiantare il mio chiler ad immersione. Il controflusso e' almeno
altrettanto brigoso da maneggiare e stipare e deve essere pulito. Anche
questo dev'essere pulito, ma almeno lo si puo' appoggiare in un angolo.

Tu ora cosa utilizzi, giusto per sapere con cosa farai i confronti?
Facci sapere appena hai i dati, e complimenti per l'iniziativa!

Cheers,
--
--------------------------------------------------------------------------
"Two Beers or not Two Beers? that is the Question!" - William Shakesbeer
--------------------------------------------------------------------------
Grillo Parlante
2006-07-21 16:44:54 UTC
Post by il Pappadrago
Ciao di nuovo.
Vi presento il mio nuovo raffreddatore a piastre :)
http://img353.imageshack.us/img353/293/p1010039dy8.jpg
Gran bell'oggetto! Ci posti please marca, modello e dove l'hai
comperato (o meglio, dove l'ha comperato il tuo caldaista? :-)

Grazie

Grillo Parlante
il Pappadrago
2006-07-21 17:02:42 UTC
Post by Grillo Parlante
Gran bell'oggetto! Ci posti please marca, modello e dove l'hai
comperato (o meglio, dove l'ha comperato il tuo caldaista? :-)
Ciao Grillo :)
Posso dirti il codice che c'e' scritto a pennarello sulla scatola,
1.7332, ma non so se è un codice universalmente riconosciuto...nessuna
ricerca con google ha dato risultati :) E' un ricambio Immergas, ma:
praticamente ogni marca ha i suoi ricambi, e vari modelli di
scambiatori per i vari modelli di caldaie.

Aggiungo un dettaglio che prima ho dimenticato: parlando col tecnico,
mi ha fatto presente che anche chi costruisce impianti su misura di
riscaldamento industriale o di condizionamento utilizza questo tipo di
scambiatori (nel mio paese ad es. ce n'e' uno molto noto nei paraggi).
Questi, dovendo dimensionare a richiesta gli impianti, assemblano gli
scambiatori con le dimensioni e il numero di piastre
desiderato/necessario, anche smontabili per pulizia/ispezione. I prezzi
probabilmente salgono, ma potrebbe essere un'opzione.

Saluti,
Alessandro
il Pappadrago
2006-07-22 15:30:24 UTC
Post by il Pappadrago
Non appena possibile, vi faro' sapere delle prestazioni in
raffreddamento.
Oggi ho fatto la prova; con acqua di rete a 22 °C, ho fatto passare 10
L d'acqua bollente attraverso il "coso" per sifone. I 10 L sono passati
in poco piu' di 3 minuti; la temperatura in uscita era di 28 °C.

Non ho ancora capito se e' da considerare un test positivo o negativo;
credo pero' che andare sotto al +6 sarebbe un problema anche con altri
sistemi.

Saluti,
Alessandro
edstark
2006-07-22 16:51:55 UTC
Post by il Pappadrago
Post by il Pappadrago
Non appena possibile, vi faro' sapere delle prestazioni in
raffreddamento.
Oggi ho fatto la prova; con acqua di rete a 22 °C, ho fatto passare 10
L d'acqua bollente attraverso il "coso" per sifone. I 10 L sono passati
in poco piu' di 3 minuti; la temperatura in uscita era di 28 °C.
Non ho ancora capito se e' da considerare un test positivo o negativo;
credo pero' che andare sotto al +6 sarebbe un problema anche con altri
sistemi.
Saluti,
Alessandro
Complimenti! Con questi parametri,il risultato è ottimo!
Ciao,mauro.
Pio Pio
2006-07-23 08:53:55 UTC
Post by il Pappadrago
Oggi ho fatto la prova; con acqua di rete a 22 °C, ho fatto passare 10
L d'acqua bollente attraverso il "coso" per sifone. I 10 L sono passati
in poco piu' di 3 minuti; la temperatura in uscita era di 28 °C.
Mi pare sia un ottimo risultato !!! Ho però una domanda a proposito di questo scambiatore di calore.
Mi sembra di aver capito che non si possa smontare e quindi volevo capire come facevi a pulirlo una
volta finito l'utilizzo e quali accorgimenti adottare prima di riporto la qualche parte in attesa
del successivo utilizzo (se ho ben capito la parte interna è di rame e io sono uno di quelli che ha
sempre avuto paura per la tossicità del verde rame tanto più che non mi sono ancora deciso a farmi
un chiller).

ciao e grazie

Stay alive !
Pio Pio
Sax
2006-07-24 05:55:57 UTC
Post by il Pappadrago
Post by il Pappadrago
Non appena possibile, vi faro' sapere delle prestazioni in
raffreddamento.
Oggi ho fatto la prova; con acqua di rete a 22 °C, ho fatto passare 10
L d'acqua bollente attraverso il "coso" per sifone. I 10 L sono passati
in poco piu' di 3 minuti; la temperatura in uscita era di 28 °C.
Non ho ancora capito se e' da considerare un test positivo o negativo;
credo pero' che andare sotto al +6 sarebbe un problema anche con altri
sistemi.
Saluti,
Alessandro
Grande Alessandro,
dal momento che ho venduto il mio chiller credo che oggi faro' un salto
dai vari rivenditori di accessori per caldaie. Grazie per la dritta.
A casa mia l'acqua esce a 15°C, dovrei riuscire ad abbattere qualche
grado in piu' dei 28°C.
Saluti
Enzo (Sax)
http://www.hobbybirra.it/fattilabirra
il Pappadrago
2006-07-24 08:56:57 UTC
Post by Pio Pio
Mi sembra di aver capito che non si possa smontare e quindi volevo capire come facevi a pulirlo una
volta finito l'utilizzo e quali accorgimenti adottare prima di riporto la qualche parte in attesa
del successivo utilizzo (se ho ben capito la parte interna è di rame e io sono uno di quelli che ha
sempre avuto paura per la tossicità del verde rame tanto più che non mi sono ancora deciso a farmi
un chiller).
Ciao. Preciso di non averlo ancora usato, quindi quello che ho in mente
è solo una ipotesi.
L'aggeggio è principalmente costituito dalle piastre d'acciaio, che
sono tenute insieme da una brasatura di rame. La superficie di contatto
mosto/rame è molto piccola, dunque. Se pero' l'utilizzo esteso del
rame sia tra i pro e gli homebrewer non ti ha ancora convinto, non
sarà certo questo a tranquillizzarti :)

Per la pulizia, penso che adottero' la soluzione semplice: prima
dell'utilizzo, bollitura in acqua; dopo l'utilizzo, passaggio di acqua
a senso inverso nel percorso del mosto, svuotamento e aria forzata per
asciugare.

Magari ogni tanto faro' una pulizia "acida" per rimuovere eventuali
depositi.

Saluti,
Alessandro
Pio Pio
2006-07-24 09:18:57 UTC
il Pappadrago ha scritto:

[cut]
Post by il Pappadrago
L'aggeggio è principalmente costituito dalle piastre d'acciaio, che
sono tenute insieme da una brasatura di rame. La superficie di contatto
mosto/rame è molto piccola, dunque. Se pero' l'utilizzo esteso del
rame sia tra i pro e gli homebrewer non ti ha ancora convinto, non
sarà certo questo a tranquillizzarti :)
Hai ragione anche tu.... sono un po' troppo apprensivo eh ??? :-)))
Post by il Pappadrago
Per la pulizia, penso che adottero' la soluzione semplice: prima
dell'utilizzo, bollitura in acqua; dopo l'utilizzo, passaggio di acqua
a senso inverso nel percorso del mosto, svuotamento e aria forzata per
asciugare.
grazie 1000

Pio Pio

Pagina Successiva >
Pagina 1 di 2